Empowerment femminile: Baldassarri role model per Barbie

Classe 2001, nata a Ravenna, Milena Baldassarri, ai vertici della Ginnastica Ritmi­ca da diversi anni. Milena Baldassarri è la seconda Role Model Barbie dell’anno per l’Italia.

Nel sistema sportivo italiano, come ricorda un comunicato, solo il 28% degli atleti è rappresentato da donne, più o meno la stessa situazione che si ripete per le dirigenti di società sportive, i tecnici-donna, le dirigenti federali, le ufficiali di gara.
Per questo, Barbie rivolge un’attenzione particolare  al mondo dello sport, per far sì che anche le bambine abbiano dei punti di riferimento celebri e da cui prendere ispirazione per realizzare i propri sogni, non solo se vorranno diventare atlete, ma anche per la tenacia e la passione che il mondo dello sport è in grado di trasmettere alle nuove generazioni.

Milena Baldassarri diventa così simbolo di tenacia e perseveranza nel perseguire il suo sogno di bambina. L’argento e il bronzo ai Mondiali di So­fia del 2018 la consacrano come una delle atlete di riferimento del panora­ma nazionale ed internazionale della ginnastica ritmica, diventando peraltro la prima italiana a vincere almeno una medaglia d’argento in un evento indi­viduale ai Campionati del Mondo del­la disciplina.

Milena ha conseguito il diploma nel 2020 imparando fin da piccolissima a con­ciliare con equilibrio gli studi con gli impegni agonistici. La sua più grande passione è lo sport, in particolare adora il modo in cui la ginnasti­ca ritmica le permetta di canalizzare le sue emozioni e trasmetterle al pubblico durante le esibizioni. Ai Mondiali 2019 ha conquistato la qualifica­zione olimpica realizzando, così, un sogno.

Da atleta vincente a modello per le ragazze

A Milena, come a tutte le role model che l’hanno preceduta, Barbie ha dedicato una OOAK doll.
“E’ una sensazione bellissima sapere di essere una Role Model Barbie e poter essere di esempio per le bambine, piccole ginnaste del futuro – ha spiegato la giovane atleta -. Io ho iniziato questa pratica da piccola e l’ho scelta pur sapendo che praticare la ginnastica ritmica è un cammino alla ricerca della perfezione e la perfezione costa una fatica straordinaria restando comunque irraggiungibile per definizione”.

“Negli anni – continua l’atleta – ho imparato che la perfezione  si raggiunge solo senza prendersi pause, lavorando sempre sui dettagli, anche quelli minuscoli, cercando di dare sempre il cento per cento. La passione, la forza e la fatica che ho dato negli anni alla ginnastica ritmica mi hanno restituito oggi un sogno che cullavo in segreto sin da bambina, poter essere protagonista sulla scena internazionale. Alle bambine quindi dico – mettete anche voi il vostro cento per cento, metteteci il cuore e i muscoli e la determinazione e vedrete che anche i vostri sogni potranno avverarsi!”

In occasione del lancio della nuova Role Model, Barbie ha creato un video per celebrare lo sport a 360 gradi e le giovani atlete che con dedizione, talento e determinazione ispirano le nuove generazioni a scendere in campo per inseguire i propri sogni. Ad affiancare Milena nel video che lancia l’iniziativa, due altre figure dello sport femminile italiano: Ilaria Panzera, cestista per Geas Sesto San Giovanni e la nazionale italiana e Arianna Caruso, calciatrice italiana, centrocampista e attaccante della Juventus e della nazionale italiana.

Le tre atlete protagoniste del video indossano capi tecnici Nike che ha supportato l’iniziativa.

Supportare le bambine con il Dream Gap Project

Il proseguimento della campagna #MoreRoleModels, è solo una delle tante iniziative che Barbie ha messo in campo nel corso degli ultimi 2 anni all’interno di un più ampio progetto globale lanciato nel 2018. Il “Dream Gap Project” infatti ha l’obiettivo di accrescere la consapevolezza e l’attenzione sui fattori che ad oggi impediscono alle bambine di esprimere tutte le loro potenzialità.

Negli ultimi anni, diverse ricerche internazionali hanno identificato che a partire dai 5 anni, le bambine sono meno propense rispetto ai maschi, a considerarsi brillanti e di successo e iniziano a perdere fiducia nelle proprie capacità. Stereotipi culturali, pregiudizi impliciti e le rappresentazioni a cui sono esposte attraverso i media rafforzano ulteriormente questa problematica. Negli Stati Uniti questo fenomeno è chiamato “Dream Gap”, ma situazioni simili si verificano in tutto il mondo. Questi fattori limitanti hanno un impatto sulla capacità delle bambine di credere in loro stesse, per questo Barbie ha deciso di accendere i riflettori su modelli positivi e chiamare a raccolta una vera e propria community a livello globale per supportare le bambine attraverso il Dream Gap Project, iniziativa globale il cui scopo è fornire alle bambine le risorse e il supporto di cui hanno bisogno per continuare ad accrescere la loro consapevolezza e credere di poter esprimere tutte le loro potenzialità.

  • Celebrazione di Role Model
    Sinora, sono oltre 60 i Role Model femminili, sia del passato che del giorno d’oggi, proposti da Barbie per avere superato certi confini ed essere andate oltre nei loro rispettivi settori, rendendole fonte di ispirazione per le future generazioni di ragazze.  
  • Donazioni
    Dal lancio del Barbie Dream Gap Project nel 2018, il brand ha donato fondi a organizzazioni non-profit con idee simili che dispongono di potenti mezzi per raggiungere le bambine in tutto il mondo alimentando l’istruzione, le capacità di leadership e le opportunità di mentorship per le bambine. Associazioni come Step Up, Women of the World Foundation,She’s The First e molte altre. Quest’anno, in occasione della Giornata Internazionale della Donna, Barbie ha collaborato con Girls Leadership. La donazione finanzierà un progetto di ricerca guidato dalle ragazze incentrato sulla rappresentazione femminile nei media, sulla percezione di sé e un seminario PowerLab per le ragazze delle scuole elementari.
  • Finanaziamento della ricerca
    Barbie sta collaborando con la NYU per finanziare la ricerca sul Dream Gap. Sono inoltre tuttora in corso dei programmi scolastici  digitali e fisici che lavorino per la chiusura del Dream Gap negli USA e in tutto il resto del mondo. Nel 2021 partirà il programma in collaborazione con UCLA Center for Scholars & Storytellers e sperimentato in un distretto scolastico statunitense che sarà essere virtuale e accessibile digitalmente negli Stati Uniti, con piani di espansione internazionale. Il programma scolastico si concentra su temi chiave di apprendimento di brillantezza, carriera e leadership.

In Italia nella seconda parte dell’anno Barbie si impegna a supportare una serie di eventi in Centri Sportivi e Accademie, durante i quali le tre atlete incontreranno bambine e bambini dai 5 agli 8 anni per raccontare le loro esperienze e dare consigli, affinché le nuove generazioni siano incoraggiate a credere nelle proprie potenzialità

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Altre storie
‘Partner per la ricerca’ di Fondazione IEO debutta con Samsung Electronics Italia