Bottiglie di vetro (PixaBay)

Il 2022 sarà l’anno del vetro: lo ha deciso l’Onu

Il 2022 sarà l‘Anno Internazionale del Vetro. Lo ha stabilito l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Una scelta che dà il via ad un anno importante per tutta la filiera del vetro, un materiale antico ma che sa interpretare tutte le sfide della modernità, da quelle ambientali a quelle tecnologiche.

La risoluzione delle Nazioni Unite (A/RES/75/279) scrive che “il 2022 sottolineerà il ruolo tecnologico, scientifico, economico, ambientale, storico e artistico del vetro nella nostra società, mettendo in luce le ricche possibilità di sviluppo delle tecnologie e il loro potenziale contributo per affrontare le sfide dello sviluppo sostenibile e delle società inclusive, raggiungere la ripresa economica mondiale e ricostruire meglio dall’epidemia di coronavirus”. L’anno del vetro prenderà ufficialmente il via in febbraio a Ginevra.

Lo annuncia Assovetro, l’Associazione nazionale degli industriali del vetro aderente a Confindustria, sottolineando come si tratti di un’occasione unica e irripetibile per sostenere la promozione del vetro, e in particolare di tutta l’industria in un anno speciale in cui cade anche il 75° anniversario della fondazione dell’Associazione.

“E’ una notizia molto gradita – ha detto Graziano Marcovecchio, Presidente di Assovetro, l’associazione che Associazione nazionale degli industriali del vetro aderente a Confindustria. – Le parole della risoluzione, che sottolineano come il vetro abbia tutte le potenzialità per contribuire all’attuazione di modelli di produzione e consumo sostenibili, considerando i progressi compiuti per ridurre il consumo di energia, le emissioni atmosferiche e altri impatti ambientali, riconoscono appieno l’impronta ambientale del vetro. Purtroppo, però, questa bella notizia è offuscata dalle difficoltà che si sono abbattute sulle nostre industrie per il boom dei costi energetici che possono mettere a rischio la stessa vita del settore”.

Assovetro sta programmando una serie di iniziative per celebrare questa occasione.

Non solo vetro

Ma non solo. L’Onu ha stabilito che il 2022 sarà anche l’anno della pesca e dell’acquacoltura, delle scienze di base per lo sviluppo sostenibile e dello sviluppo sostenibile della montagna.

L’anno della pesca è coordinato dalla Fao che lo scorso novembre ha lanciato l’iniziativa.

Video promozionale dell’anno della pesca e dell’acquacoltura

Il 2002 delle scienze di base per lo sviluppo sostenibile punterà i riflettori sul ruolo delle scienze di base nel dopo pandemia e più in generale per il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile. Sarà un momento chiave di mobilitazione per convincere i leader economici e politici, così come il pubblico in generale, della loro importanza.

Infine l’anno dello sviluppo sostenibile delle montagne. L’iniziativa spetta al Kirghizistan che ha avanzato la proposta della Risoluzione approvata all’unanimità dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 16 dicembre 2021.

La risoluzione invita gli Stati Membri, le organizzazioni internazionali e gli stakeholders, inclusa la società civile, il mondo universitario e il settore privato, a celebrare l’Anno Internazionale per aumentare la consapevolezza dell’importanza di uno sviluppo sostenibile della montagna, così come della conservazione e uso sostenibile degli ecosistemi montani.

+ posts

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Altre storie
Piantine di alberi di xzreoCPO2, diventata ora B Corp
Il successo del pianeta viene dagli alberi: zeroCO2 diventa B Corp