foto di Nicolás Borie Williams

Ridere per produrre… molecole di emozioni positive

di Dottor Fusillo, alias Valter Barontini *

HAHAHAHAHAHAHAHHAHA

Voglio ringraziare prima di tutto chi, in una giornata anonima, mi ha richiamato ad un compito così importante. Mi chiamo Valter Barontini : Educatore Professionale, operatore teatrale e clown di corsia.

Valter Barontini

Gli studi in ambito pedagogico nella facoltà di Scienze della Formazione  si sono con-fusi fin dall’inizio nell’incontro con la comicoterapia, richiedendo nel tempo un lavoro di revisione su me stesso, di critica ai principi teorici degli studi accademici, di coerenza tra la chiamata che si sente dentro sé (ciò che sentiamo essere destinato a noi) e gli stereotipi (il buon senso comune), che richiamano fin dalla nascita ad aderire a credenze altrui.

Dopo un approfondito percorso per unire l’arte del clown e della comicità alla professione della relazione d’aiuto e del supporto alla crescita personale, prima di addentrami nel tentativo di trasformare il tutto in un lavoro ho dovuto affrontare i miei genitori: Mamma, Papà farò il clowndottore! Voglio far ridere le persone, in particolare quelle che vivono una malattia in ospedale. Poi è il turno degli amici, dei parenti, del vicinato, poi il mondo che incontri tutte le volte che presenti un curriculum.

In tutto questo ho potuto constatare come la curiosità iniziale delle persone sopra citate si trasformi rapidamente in incredulità, poi sfumi nella perplessità e in un attimo diventi sarcasmo.

Curiosità, fiducia, speranza e… amore

Questa è la prima prova che si affronta coinvogendosi nella diffusione di alcuni temi e tutt’oggi, seppur gli ambienti di trattazione siano molteplici, va tutto bene finchè ci riferiamo a una Risata.

Non entrerò nel merito degli effetti fisiologici del ridere, ognuno di noi può trovarli in rete, mi interessa  riflettere sulla ben più ampia gamma di emozioni positive che vedono  certamente la  risata al loro vertice, ma non necessaria. 
Avrete notato quanto vengano divulgati dai mezzi di informazione gli effetti negativi  sul nostro corpo degli stati di stress, paura, ansia e sospirati con estrema cautela gli effetti delle emozioni positive quali; curiosità, fiducia, speranza, amore.

Danilo Dolci nel suo testo ‘ai più giovani’ (1967 ) affermava: “L’uomo non solo non sa avvalersi delle forme di energia che ancora non conosce, ma non sa valorizzare organicamente quelle energie di cui già dispone, nemmeno di solito se stesso, e da questo soprattutto  dipende la sua difficoltà a valorizzare più compiutamente il mondo”.

A cosa si riferiva?

Il cuore ha un campo magnetico

Avete mai sentito parlare della PsicoNeuroEndocrinoImmunologia e di quanto scientificamente  sia in grado di dimostrare come reagiamo in modo integrato alla percezione di un evento?

E il campo elettromagnetico del cuore? No tranquilli non riguarda sfere New Age di guru e santoni ma studi scientifici che dimostrano come il cuore umano generi il campo energetico più ampio e potente di tutti quelli generati da qualsiasi altro organo del corpo. Hanno scoperto che questo campo elettromagnetico ha un diametro che si estende dai due metri e mezzo ai tre metri, con l’asse centrato nel cuore e attenzione: non solo è percepibile ma influenza chi abbiamo attorno.

Non  avete mai notato un senso di pace e serenità stando accanto ad alcune persone? Ecco ci siete, è proprio questo. Forse avrete fatto più frequentemente l’esperienza opposta, ovvero l’incontro con qualcuno che vi ha lasciato appesantiti, ma è utile perche si basa sulla stesso potenziale  principio di trasmissione. Lascio a voi gli approfondimenti,in alcune sedi ci tengo a essere misterioso.

Masaru Emoto e le sue ricerche sulla memoria dell’acqua dopo che ho provato a farle conoscere  a mia madre  mi ha risposto: “Luciano Onder a Tg salute  non ha mai detto nulla, Valter ma sarà vero?”.

Vi siete mai  imbattuti nell’esperienza di entrare in una stanza e sentire nell’aria letteralmente ‘una tensione che si taglia con il coltello’ (i detti comuni hanno un fondo di saggezza non notate ?) e  sapere poco dopo che quel luogo era stato teatro di un violento litigio, cosi come entrare in un luogo ed essere avvolti dalla pace. Ecco, le emozioni  si trasformano in molecole, come documenta bene la neuroscenziata Candace Pert, nel suo memorabile ‘Molecole di Emozioni’ (1997), fino a divenire materia.

Vibrare positivo innesca i nostri poteri extra-ordinari

Ma saremo mica dotati di poteri extra-ordinari? Sì, peccato che questi si attivino soltanto se riusciamo a vibrare su alcune frequenze di vibrazione innescate dalle emozioni positive. Lo intuì bene il buon Norman Cousins, l’uomo che guarì ridendo! Puoi leggere il suo entusiasmante libro ‘La volontà di Guarire’ (1979), dove da divulgatore scientifico (quale era) documenta i risultati ottenuti nell’affrontare una malattia all’epoca inguaribile, come la spondilite anchilostante, coinvolgendosi in curiosi esperimenti per circondarsi di emozioni positive.

Ci vuole coerenza lo so, in questo momento storico a maggior ragione. Non è semplice tenere fede al proprio sentire e pervadere il quotidiano con quanto detto finora, o con altre conoscenze in merito  che tutti noi abbiamo o possiamo trovare. Il percorso sta nel rendere credibile a noi stessi quanto siamo in grado di divulgare agli altri.

Nelle esperienze più difficili della mia vita, non sempre sono riuscito a dare corpo su me stesso a quanto appreso nei miei studi e nel mio lavoro come comicoterapeuta, ho dovuto farmi aiutare per ritrovare fiducia in ciò in cui, in altri momenti, credevo ciecamente.

Non eludiamo le difficoltà, creiamo un nuovo equilibrio

Il mio più sincero augurio, nel giorno della risata (2 maggio 2021, ndr), è che ognuno di noi possa perderla per affrontare il magnifico percorso di ritrovarla. Tutte le volte che affrontiamo questo, più o meno consapevolmente, creiamo dei ponti stabili verso la conoscenza dei nostri super-poteri.

Non sono strumenti per eludere le difficoltà bensì per permettere  a queste di salire su un livello di coscienza superirore e condurci, di volta in volta nel loro presentarsi,  verso un ritrovato equilibrio, una nuova guargione.L’argomento delle emozioni positive e  della Risata  nasconde in se una dimensione anche spirituale. In fondo, un certo livello di spiritosaggine possiede la stessa matrice etimologica.

* Note Biografiche
Valter Barontini, classe 1979 , Dottore in Scienze dell’Educazione. Lavora per 15 anni come clown di corsia all’interno di reparti pediatrici della Toscana, Rsa per anziani, Hospice con il compito di umanizzare strutture e pratiche socio-sanitarie e trasformare le emozioni negative.
Formatore di clown di corsia , operatore teatrale e attualmente impegnato come Educatore professionale e Pedagogista.

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Altre storie
BNP Paribas
La sostenibilità al centro del nuovo pay-off di BNP Paribas AM